venerdì 14 marzo 2008

Dal Forum

Poesie di...


Eleonora Ruffo Giordani
...su foglie stanche

Amore,
quando scorgi un filo d'erba
ricordati di una piccola vita
che ti ama.

Quando alzi gli occhi
al cielo e preghi in
parole d'anima
sono lì:
le raccolgo e adorno di colore,
le bacio e profumo d'incenso.

Amore,
quando scorgi un filo d'erba,
asseconda il fruscio del vento
lascia cadere le tue lacrime
su foglie stanche,
affinchè possano vivere
sempre di te.

 
Eleonora Ruffo GiordaniLe poesie di E. Ruffo Giordani sono pubblicate sul nostro forum all'indirizzo:
http://amicipoesia.mondoweb.net/viewtopic.php?f=2&t=781



_________________________________________________


Giancarlo A.
NOI DUE

Ho smesso di guardarti attraverso le lenti degli occhiali.

Che importa quante sono le tue rughe,
il colore dei capelli
e se il tuo corpo non ha più vent’anni.

Adesso il mio amore per te
è silenzio trasognato,
è sale azzurro,
è magica stagione.

Ubriaca l’odore del tuo corpo
quando sei vicina.

Entri di soppiatto nella segreteria telefonica
con la voce che m’innamora.

Il tempo ci sovrasta
in ore nuove.

Noi due
e più nessuno manca.


Giancarlo A.
Le poesie di Giancarlo A. sono pubblicate sul nostro forum all'indirizzo:

http://amicipoesia.mondoweb.net/viewtopic.php?f=2&t=16

_____________________________________________
Gianmaria Semprini
SOGNI

Luce spirale
sorgente d’immaginifico
meraviglie immateriali
trasporto di sudore;
questo siete voi,
sogni.
Realizzazione spirituale
del nostro razionale,
concretazione istantanea
di un nostro volare.
Io vi amo, o sogni;
mi lasciate sbilanciare,
mi volete con voi volare.
Con voi cresco
ritornando dall’immaginifico al reale
arricchito.
Ieri ho sognato che ero bambino,
non com’ero,
ogni volta un altro
attraverso i miei voli puri
regalo del ricordo.
Purezza di sviluppi,
abbracci di vita
che non ci circonda.
Amore pensato e già ricambiato;
spostamenti repentini e conturbanti;
farfalle.
Bellissime uniche unità,
quotidiani rapimenti.
Quando piango
grazie,
fantasmagorici.


Gianmaria Semprini
________________________________________________


Tiziana Curti
ODORE D'AURORA (scherzo)

Adoro l’odore d’aurora
che riempie di sole la stanza,
adoro l’amabile aroma
di questa pregevole essenza

che adesso s’imprime alla morbida scorza,
incastro di sogno,midollo e coscienza,
un roseo pensiero richiamato a distanza
e sento che il tempo procede e non smorza
la luce di fiamma ribelle.

Quest’urlo che chiama le stelle
che ancora colora ed indora
le mani ,la faccia, la pelle,
la vita racchiusa in un’ora,

e dentro s’incastra tra fiamma e scintille,
un passo di storia che sembra d’un gioco,
si nutre soltanto con piccole stille,
con schegge di luce,con gocce di fuoco,
nel bianco chiarore d’aurora.


Tiziana CurtiLe poesie di T. Curti sono pubblicate sul nostro forum all'indirizzo:
http://amicipoesia.mondoweb.net/viewtopic.php?f=2&t=400

Nessun commento:

Posta un commento